Confusione Sulla Figura Dell’Agente Immobiliare

Intorno alla figura dell’agente immobiliare c’è grande confusione: le disposizioni degli ultimi mesi hanno aperto una grossa discussione sui limiti operativi di questa figura professionale che fatica ad avere un chiaro riconoscimento nel mercato italiano.

In Italia, si potrebbe dire che la figura dell’agente immobiliare ha “difficoltà a riconoscersi con se stessa”: si presenta al mercato con molte ragioni diverse e distinte mentre il mercato stesso fatica nel restituirgli un preciso inquadramento.

Negli Stati Uniti, colpiti anch’essi gravementente dall’aspetto pandemico del covid-19, gli agenti immobiliari non hanno mai cessato la propria attività e sono stati definiti essenziali.

Di fatto, neppure un momento difficile come quello attuale, blocca completamente le necessità di tutti coloro che devono cambiare casa.

Probabilmente, la ragione non è legislativa ma di tipo operativo: in USA il lavoro avviene in MLS (con sistema di collaborazione tra agenzie immobiliari) perciò i clienti possono rivolgersi ad un agente per conoscere l’intero portafoglio immobiliare dei 50 stati, o quasi.

Lavorare in MLS è forse il sistema più efficace e più efficiente per chi vuole comprare o vendere casa.

La cosa deve invitare la nostra categoria a riflettere: nel nostro Paese non tutti lavorano in un sistema di collaborazione e in questo modo non aggrediscono un’ampia quota del mercato.

In questo momento di ripartenza, invito chi vuole vendere o comprare casa in questo momento a rivolgersi ad agenzie immobiliari che collaborano – che lavorano in MLS – perché la cosa darà una spinta enorme alla vostra disponibilità di vendita/acquisto e faciliterà ampiamente le attività di selezione degli immobili (riducendo nel contempo gli spostamenti per le visite).

Post your Comments

NAME *
EMAIL *
Website